Filosofi Solidali

Tema: “La filosofia si impara?”

Tema filosofico:”la filosofia si impara?”

“La filosofia si impara?”. Innanzitutto imparare significa apprendere determinate conoscenze, per conoscenza si intende tutto ciò che si può misurare, perchè le cose che si possono misurare occupano uno spazio e sono collocate in un tempo, quindi sono cose concrete che sono nel mondo, ma se le cose vengono spogliate di tutte le loro qualità, che cosa ne rimane? Rimane l’essenza, la sostanza(ciò che una cosa fa si che sia quello che sia).

Questo è il compito della filosofia: andare oltre il sensibile per cogliere la sostanza delle cose, cioè quell’idea che accomuna quelle stesse realtà. Ad esempio un albero se lo spoglio del fusto, della corteccia, delle foglie, dei rami ecc.. ciò che rimane è l’essenza dell’albero che è uguale per tutti gli altri alberi.

Se tutto ciò è vero, allora in ognuno di noi c’è l’idea delle cose stesse e quindi dobbiamo scoprire ciò che è presente in noi, ovvero conoscere la nostra sostanza nonchè la nostra anima.
Quindi il compito del filosofo e di tutte le persone, essendo filosofi è quello di far conoscere la propria sostanza ad altri filosofi incoscienti della loro essenza per stimolarli a conoscere sè stessi.
Comunque ogni persona, anche se crede di avere scoperto la propria verità, non riuscirà mai ad avere una conoscenza totale di essa, perchè ad ogni verità scoperta se ne aggiunge un’altra e così all’infinito; perciò ogni individuo può accrescere la propria filosofia senza però raggiungere la totalità di essa.
In conclusione la filosofia non si impara.

4 commenti

  1. i primi due paragrafi sono perfetti!
    il terzo inizia con un dogma: “se tutto ciò è vero, allora in ognuno di noi l’idea delle cose stesse e quindi dobbiamo scoprire ciò che è presente in noi”
    va bene che hai iniziato con un “se”, ma la conseguente con ha nessun collegamento con l’antecedente: dal fatto che esiste la sostanza non segue che essa si trovi già dentro di noi..
    facendo questo salto logico, tra l’altro, finisci per contraddirti poco dopo, in quanto prima dici:
    Quindi il compito del filosofo e di tutte le persone, essendo filosofi è quello di far conoscere la propria sostanza ad altri filosofi incoscienti della loro essenza per stimolarli a conoscere sè stessi.
    poi però, poiché la sostanza, l’oggetto della conoscenza della filosofia, è gia dentro di noi:
    In conclusione la filosofia non si impara.

  2. riappaio per chiederle una cosa:
    anche se quello di filosofia è un tema, volendo si pò fare anche un dialogo?
    dica di sì..!

    perfetto, grazie!
    ..apparte gli scherzi, risponda veloce veloce!

  3. cosa si intende per qualità? se intendi le caratteristiche proprie di un oggetto se spogli questo oggetto di tutte esse non ottieni affatto l’idea di quell’oggetto. anzi il contrario, ottieni una cosa che puoi chiamare sostanza, o essenza, ma in quanto spogliata di tutte le quaità non sarà nè misurabile, nè immaginabile. quindi sarai costretto a definirla come ciò che fa si che essa sia. non ciò che fa si che essa sia ciò che è. la sostanza più tutte le sue qualità fanno sì che essa sia ciò che è. (Aristotele)

    se spogli un’oggetto di alcune sue qualità procederai per astrazione e troverai idee-oggetti più generali. questa è la base della conoscenza e della catalogazione del mondo naturale, ma per definire che la filosofia sia insegnabile si deve scavare molto più indietro, partendo come minimo dal definire cosa esista e con che mezzi se ne possa parlare. Tutto questo funziona ad esempio per un materialista, per Hume no…

  4. scusi XD mi accorgo ora che è un tema XDXDXD credevo fosse un argomento di discussione del blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *